Choose Language or login

Use this control pannel to change language or Login or Sign up

English
Italian
Deutsch
Française

 

 Testimonials  Collections
Ludger Beerbaum

Imparare facendo! La cosa più importante è il feeling con l'animale ed il linguaggio del corpo. Deve capire subito cosa ti aspetti da lui, questa è la vera comunicazione. Per raggiungere questo feeling ci vogliono un mese o due settimane e poi il successivo è garantito. Fondamentale quindi diventare con il proprio cavallo una cosa sola evitando di essere troppo rigidi con lui.

Ludger Beerbaum:
“Apprezzo Prestige perché rispetta i cavalli”


- Come ti è andato il CHIO di quest’anno?
“A causa delle ferite di Coup de Cour e Coleur Rubin sono dovuto montare sulla cavalla Gotha, di appena otto anni, che ha fatto il suo lavoro più che bene. Si è piazzata su tutte e tre le prove importanti, e ciò è già qualcosa di speciale, se si considera appunto l’età del cavallo”.
- Quali sono i prossimi traguardi che ti sei prefisso con Gotha?
“Gotha molto chiaramente è la mia Numero 1, se penso ai grandi eventi dei prossimi anni. Nel 2010 sono previsti i Giochi equestri mondiali nel Kentucky, e nel 2012 i Giochi olimpici a Londra, se tutto rimane in programma. Con lo sviluppo attuale di Gotha ci sono buone chance per raggiungere un risultato di successo”.
- Coup de Cour ritornerà allo sport dopo la seria caduta durante il campionato tedesco?
“Per fortuna Coupe de Cour è tornato al training. Nel primo mese si è temuto il peggio, però in fondo erano solo contusioni e stiramenti. Quando ho iniziato con lui, non ho contato proprio sul proseguimento della carriera. Adesso sembra che possa tornare allo sport in tempi brevi”.
- In agosto c’è il campionato Europeo a Windsor, cosa ne sarà?
“Arriva chiaramente un anno troppo presto. A causa delle ferite di Coupe de Cour e l’età di Gotha, dovrò restare per un anno senza campionato. Vorrei vincere con Gotha ancora per diversi anni”.
- Quanti cavalli hai nella tua scuderia a Riesenbeck per il lavoro quotidiano?
“Ho appena fatto il punto della situazione, sono esattamente 72 cavalli, con cui bisogna lavorare ogni giorno. Nel frattempo alleviamo sempre di più e formiamo i cavalli attraverso prove di perfezionamento fino al grande sport. Nella mia struttura ci sono 18 persone addette, tra questi anche cavalieri noti, come Marco Kutscher, Philip Weishaupt ed Enrick von Eckermann. Tutti loro montano con successo con Prestige. Siamo contenti di aver trovato un partner come questa società”.
- Perché usi modelli diversi di selle Prestige?
“Faccio esperimenti molto volentieri. Ad esempio cavalco Gotha e Coleur Rubin con una Meredith D appositamente modificata, poiché entrambi i cavalli hanno molto poco garrese e schiena piuttosto rotonda. Lavillion e Coupe de Cour li cavalco con una Arezzo D e una SYDNEY D poiché entrambi i cavalli hanno garresi molto pronunciati e scendono bruscamente verso dietro. Questi modelli dispongono di cuscini che possono essere facilmente maggiorati nella parte posteriore al fine di ottenere l’altezza ottimale per bilanciare perfettamente la sella.
“Per me è molto importante che la sella sia bilanciata bene sulla schiena del cavallo nel rispetto della libertà di movimento delle spalle – conclude Ludger Beerbaum --. Da anni ho la fortuna di avere un partner come Prestige, che si pone come obiettivo il benessere del cavallo”.



click here to watch the interview




  About the website
  © Copyright 2017 www.prestigeitaly.com
  Prestige Italia spa
  via stazione 38 36070 Trissino (VI)
  Tel. +39 0445 490300 - info@prestigeitaly.com
  Reg. Impr. Vicenza n.03418460246
  R.E.A.324105 P.IVA 03418460246
  Cap. sociale Euro 820.000,00
  privacy - cookies

webdesign & publishing: studiomama
Social & Community


 Newsletter

 Sign up newsletter

  Latest Newsletter